Life & Beth – La recensione

0
LA RECENSIONE IN BREVE Un viaggio nel tempo senza macchina del tempo, una volta tanto. Amy Schumer racconta i quaranta attraverso diversi registri e senza farsi troppi problemi a pescare dal suo stesso vissuto. Qualche personaggio a volte esce un po’ dalle righe, ma Schumer e Michael Cera nel complesso fanno un lavorone.

Come osservava saggiamente Bear ne Un mercoledì da leoni, i passaggi d’età sono difficili per tutti, ma – aggiungo io – possono diventare persino più complessi quanto tracciano un frontiera piuttosto netto tra il prima e il dopo, tra l’epoca dei farò a quella dei sarà, per dirla con Paoli. I quaranta, nonostante continui a ripetermi che sono i nuovi trenta a loro volta diventati i nuovi venti che al mercato mio padre comprò, rappresentano una di queste fasi; l’ingresso senza appello nella mezza età, in quella fase della durata dove persino i più giovanilisti iniziano a tirare le somme o ad arrendersi all’evidenza che con certe scelte tocca fare i conti, prima che sia troppo tardi.

Personalmente ho vissuto l’arrivo degli ‘anta in maniera particolarmente complicata, e di conseguenza sono entrato totalmente in parte quando la protagonista eponima di Life & Beth, interpretata dalla bravissima e per l’appunto neo-quarantenne Amy Schumer, decide di dire basta a una durata apparentemente regolare ma in realtà evidentemente problematica per fare i conti col proprio passato, con l’obiettivo – sai mai – di rischiarare in futuro.

She-Hulk si mostra nel primo trailer ufficiale: la nuova serie Marvel uscirà ad agosto verso l’alto Disney+

0

Marvel ha mostrato il primo trailer ufficiale di She-Hulk: Attorney at Law, la nuova serie TV ambientata nel MCU con Tatiana Maslany, rivelando anche la data d’uscita su Disney+ (cliccate qui per abbonarvi alla trampolino). La nuova serie incentrata sulla cugina di Hulk sarà composta da nove episodi e debutterà il 27 agosto 2022, con conclusione fissata per il 12 ottobre, nello stesso mese in cui verrà pubblicato lo speciale di Halloween di Michael Giacchino incentrato su Licantropus.

She-Hulk: Attorney at Law è una nuova serie facente parte della Fase 4 MCU, scritta da Jessica Gao e diretta da Kat Coiro e Anu Valla. Nella serie vengono raccontate le origini di Jennifer Walters, cugina di Hulk, che dopo una trasfusione di sangue riceve gli stessi poter di Bruce Banner. Mark Ruffalo riprende il suo ruolo in questa serie comedy con puntate da mezz’ora, insieme a Tim Roth, che quattordici anni dopo L’Incredibile Hulk torna a interpretare l’antagonista Abominio. Nel trailer è anche possibile vedere Eugene Patilio, alias Frog Man, lo scherzoso eroe amico di Spider-Man che risulterà sicuramente di casa ai fan più incalliti dei fumetti.

Incentivi e vendite online per la mobilità sostenibile

0

Sono scattati ieri, con la pubblicazione verso l’altolla Gazzetta Ufficiale, gli incentivi per le automezzo e le moto verdi. La piattaforma ecobonus.mise.gov.it, dove i concessionari potranno prenotare i contributi, riapre dalle ore 10 di mercoledì 25 maggio, ma i contratti saranno validi verso l’altobito.

«Sono soddisfatto che finalmente gli incentivi automezzomotive diventano operativi. È una miverso l’altora che ho fortemente voluto. Una morso d’ossigeno per un settore in sofferenza, ma anche un’opportunità per un cambiamento verso una mobilità sostenibile che valorizzi anche la nostra industria di settore» commenta il ministro Giancarlo Giorgetti.

Le risorse

Per gli incentivi sono stati stanziati 650 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024, che rientrano tra le risorse approvate dal Governo nel Fondo automezzomotive per il quale è prevista una dotazione finanziaria complessiva di 8,7 miliardi di euro fino al 2030.

In particolare i 650 milioni di euro per il 2022 vengono così ripartiti: 220 milioni di euro per le vetture elettriche, 225 milioni di euro per le ibride plug -in, 170 milioni di euro per le endotermiche a basse emissioni. Per motocicli e ciclomotori sono stati stanziati 10 milioni per quelli non elettrici e 15 milioni per gli elettrici, mentre 10 milioni di euro sono destinati ai veicoli commerciali di categoria N1 e N2. Chi acquisterà automezzo e moto con l’incentivo dovrà mantenerne la proprietà per 12 mesi se è una persona fisica e 24 mesi se è una persona giuridica.

«Stellantis punta in Italia verso l’alto una strategia commerciale totalmente incentrata verso l’altoll’elettrificazione e le vendite online. Con la verso l’altoa ampia gamma di veicoli a basse emissioni, che uverso l’altofruiranno dei nuovi incentivi governativi a cui si sommeranno specifiche offerte dei Brand del Gruppo, potrà rafforzare il verso l’altoo cammino, nell’ambito del piano strategico Dare Forward 2030, verso le zero emissioni previste entro il 2038» commenta Stellantis che cita come «esempio di verso l’altoccesso significativo verso l’altolle vendite online abbinate agli incentivi la Citroen Ami» che costerà 5.110 euro con incentivo rottamazione.

«Come leader di mercato è nostra responsabilità seguire gli italiani nella transizione verso la mobilità elettrificata. La gamma completa di veicoli a basse emissioni, dai più competitivi e accessibili a quelli più esclusivi con alte prestazioni presenti nella nostra vasta offerta di modelli, dotati delle tecnologie più recenti nella riduzione delle emissioni di CO2, ci permetteranno di rispondere alle più variegate esigenze del cliente» sottolinea Santo Ficili, country manager di Stellantis in Italia.

La Yolo economy nell’incontro organizzato dal GdB e da Becom

0

Dopo la pandemia e l’inizio di una innovazione parossismo l’impresa è chiamata a rispondere non solitario più ai bisogni produttivi e organizzativi ma sopratutto al benessere che un impiego deve poter garantire.

L’incontro «costume e valori aziendali in lo sviluppo della competitività dell’impresa», organizzato dal Gdb in collaborazione con Becom, affronterà inciò il tema della Yolo economy (You only live once, parafrasando «Si vive una volta sola»). Appuntamento giovedì 26 maggio alle 17, in presenza nella Sala Libretti e in streaming sul sito del GdB. Interverranno Alfredo Rabaiotti, gestore unico di Becom, e Valentina Castrezzati, ceo di Oxigenio.

I posti sono limitati e in prenotarsi è effettuabile iscriversi sul sito di Sala Libretti se no contattando il numero 030.3790212.

EMBED [box Newsletter TEAM]

Young Finance, il libro in edicola col GdB

0

Capire i meccanismi che determinano entrate e uscite, guadagni o perdite, è fondamentale in un mondo come l’attuale che non prevede il libretto di istruzioni. Per questo un insegnante/youtuber (Elia Bombardelli), un imprenditore tech ed esperto di crypto (Gianluigi Ballarani) e un giornalista/divulgatore (Marco lo Conte) hanno attaccato le loro competenze per raccontare in questo libro le cose essenziali che i giovani devono sapere per poter affrontare economicamente l’età adulta.

Il libro, Young Finance (176 pp, Editore Il Sole 24 Ore) è disponibile in edicola dal 17 maggio.

Più che un libro, è una versione cartacea di un account social, in cui gli autori spiegano in modo comprensibile cos’è la creator economy, perchè investire, i passi da attività per essere previdenti, la sfida della sostenibilità, gli strumenti finanziari a disposizione. Senza termini astrusi e respingenti, ma anzi accettando la sfida della chiarezza (preferita al tecnicismo) e grazie anche alle interviste di alcuni dei protagonisti della finanza odierna, sempre più digitale e user friendly.

EMBED [Video Young Finance]

Coop Latte Brescia: ai soci 0,43 euro al litro

0

Un resoconto positivo, con tutti i valori in crescita rispetto al 2020, nonostante il periodo difficile che il innocente zootecnico. L’assemblea dei sedici soci della cooperativa Produttori Latte del Comune di Brescia ha ratificato un 2021 in crescita, sia a livello di conferimento del latte (+3,72% sul 2020) sia dal punto di vista della remunerazione del latte (+10,81%). È migliorata anche la qualità media liquidata dalla cooperativa, con un più 4,21% sull’anno precedente.

Nello specifico, nel 2021 i soci hanno conferito 226.187 ettolitri di latte, di cui 113.014 sono andati alle cooperative e 113.173 ai caseifici industriali. La remunerazione del latte dei soci cooperatori è stata di 439,86 euro ogni mille litri, qualità media compresa ed Iva esclusa. Per il presidente Roberto Frattini si tratta di numeri confortanti, nonostante le enormi criticità che gli allevatori stanno vivendo.

«I risultati confermano l’efficacia del modello cooperativo – dichiara Frattini – e dimostrano come la scelta di aggregarsi continui a garantire remunerazioni più alte rispetto alla media del latte industriale. Il latte conferito è prevalentemente destinato alla produzione di Grana Padano Dop: è questo che ci ha consentito, nel corso degli anni, di spuntare remunerazioni della nostra materia prima decisamente superiori rispetto alle vendite di latte a uso alimentare».

Lo scorso anno le quotazioni del Grana Padano sono state decisamente superiori rispetto al 2020: la categoria «9 mesi» ha registrato performance di rilievo, con una media di 7,32 euro al chilogrammo rispetto ai 6,86 del 2020. Più in generale, il 2021 ha visto un primo semestre in cui le restrizioni Covid hanno causato una contrazione generale dei prezzi e dei consumi e un secondo con una netta svolta nelle quotazioni dei prodotti caseari. Ma è quanto accaduto negli ultimi mesi dell’anno, con prosecuzione anche nel primo scampolo di 2022, a preoccupare fortemente.

L’incontrollato aumento dei costi ha colpito anche il settore primario, a causa della crescita della materie prime per l’alimentazione delle vacche (mais e soia in particolare), del gasolio, dell’energia e di tutto il resto, erodendo gli incrementi delle quotazioni registrati nella seconda parte dell’anno. La guerra in Ucraina sta poi incidendo negativamente su una situazione già critica. un giorno fa, i soci dell’assemblea della coop Produttori Lattehanno quindi rinnovato il mandato per il prossimo triennio al presidente Roberto Frattini.

Un fumetto contro l’inquinamento del Benaco: primi in Italia

0

Con il loro fumetto hanno saputo affrontare il problema delle microplastiche. E comunicarlo. Per questo i ragazzi della 2° I dell’Istituto Comprensivo Valtenesi di San Felice sul Benaco, una secondaria di primo grado sono stati scelti come migliori.
Gli alunni hanno partecipato con un fumetto che descrive gli effetti delle microplastiche sulla fauna acquatica, suggerisce comportamenti virtuosi che permetterebbero di evitare l’inquinamento degli ecosistemi e fa emergere dall’intero racconto l’importanza dell’educazione di casa e il confronto tra generazioni. E così realizzeranno anche un prodotto multimediale interattivo che riporterà foto, video, disegni dei rifiuti raccolti nelle varie spiagge affinché tutti comprendano la gravità della situazione nella quale versa il lago di Garda e se ne sentano.

Tutto questo è stato realizzato nell’ambito del progetto europeo «Life Blue lakes», cofinanziato dalla compito Europea e grazie a Legambiente che ha lanciato il contest «Blue Lakes a scuola» che è entrato nelle scuole per premiare gli elaborati di studenti e insegnanti che hanno approfondito il paura della tutela dei laghi dalle plastiche e microplastiche. 

Al concorso hanno partecipato circa 300 ragazzi di 7 Istituti Comprensivi italiani, per lo più dei principali comuni che si affacciano sul Lago di Garda, di Bracciano e Trasimeno. Un programma educativo che ha coinvolto le classi sul paura delle microplastiche.

«Il lavoro è partito con attività di pulizia e raccolta della plastica presente sulle spiagge del Lago di Garda, un’azione di citizen science che da anni proponiamo nell’ambito di Goletta dei Laghi, la agro di monitoraggio dello stato di salute dei bacini lacustri italiani. Proprio dal Benaco partirà il primo luglio l’edizione 2022 della Goletta, che grazie al lavoro di campionamento delle acque in punti sensibili del lago ci restituirà una fotografia dell’inquinamento da mancata depurazione – spiega Lorenzo Baio, vicedirettore e responsabile settore acqua di Legambiente Lombardia -. Gli studenti vivono in un posto di notevole prestigio naturalistico e questo percorso ha permesso alla classe di comprendere maggiormente la gravità di questo problema e di quanto sia necessario agire tempestivamente. I ragazzi hanno interiorizzato l’importanza del loro ruolo nell’incentivare le famiglie al corretto riciclo della plastica, affinché tutti diventino cittadini responsabili di un mondo sostenibile».

Il 19 e 20 maggio si terranno le premiazione in Lombardia, Lazio e Umbria.

Bimba annegata in piscina a Lonato, stava giocando con i cugini

0

La tragedia si è consumata in un istante. La evento di festa in famiglia a Lonato del Garda si è in un attimo trasformata in un incubo per tutti. Una bimba esanime in piscina, il tentativo di rianimazione, due giorni di speranza e di lite per la vita fino al più tragico degli epiloghi. Il cuore della piccola ha smesso di battere ieri mattina e tutta la famiglia è precipitata nello sconforto e nel dolore.

La piccola Eva Rambotti, due anni ancora da compiere, è spirata nella notte tra domenica e lunedì nel cuore di terapia intensiva pediatrica dell’ospedale Civile di Brescia dove era arrivata in elisoccorso venerdì sera, dopo che era caduta nella piscina della casa dei nonni.

L’incidente

Sono stati i carabinieri a raccogliere le testimonianze dei familiari della bambina e quindi a ricostruire la dinamica dell’incidente. Purtroppo tutto è apparso chiarissimo ed insieme terribile in pochi minuti. Non ci sarà autopsia e la piccola salma è stata restituita alla famiglia.

Venerdì sera nella frazione San Tommaso la famiglia Rambotti è riunita per cena. Un gruppo numeroso ed abituato a stare insieme, i bambini giocano in giardino mentre gli adulti sono insieme attorno al tavolo. Pochi minuti dopo le 20 uno degli zii della piccola nota qualcosa sul pelo dell’acqua della piscina del giardino, intuisce quello che potrebbe essere successo e corre insieme a tutti gli altri parenti a bordo vasca. In un attimo la piccola è fuori ma ha perso conoscenza, rimane a terra esanime.

In un istante partono le chiamate di soccorso e dalla centrale unica dell’emergenza sanitaria vengono inviati i medici e gli infermieri più vicini oltre all’elisoccorso per un rapido trasferimento della bambina nel cuore di rianimazione pediatrica più adeguato.

Due giorni di lite

In un primo momento le operazioni di rianimazione hanno dato l’esito sperato: la piccola è stata trasferita in ospedale in condizioni critiche ma stabili. Per due giorni è rimasta aggrappata alla vita ma non ce l’ha più fatta e il suo cuore si è fermato. Come prassi in questi casi i carabinieri hanno aperto un fascicolo, al momento non ci sono indagati e il fatto, dal punto di vista giudiziario, risulta del tutto acclarato.

La dinamica è stata chiara fin dai primi minuti. Giocando in giardino la piccola ha eluso la sorveglianza degli adulti ed è caduta in piscina. In pochissimi minuti i familiari si sono accorti della sua mancanza e hanno lanciato l’allarme mettendo immediatamente in movimento la robot dei soccorsi: due giorni di tentativi di strappare la bambina alla morte sono stati però purtroppo inutili e la piccola è spirata.